Stemma

Comune di Azzanello

Provincia di Cremona


Sommario della pagina


Utilità di visualizzazione

a A T

Effettuare ricerche nel sito


Webmaster
EMME3

Sommario della pagina


Contenuto

Sei in Home > Territorio > Monumenti e luoghi d'interesse > La Cascina Bramano

Sommario della pagina


La Cascina Bramano

Descrizione

Cascina BramanoLa cascina Bramano è uno dei pochi insediamenti sparsi del comune di Azzanello, posta a due chilometri a nord dal capoluogo, sul limitare del terrazzo morfologico del fiume Oglio.

L'imponente edificio rurale, la cui casa padronale e le case per i contadini versano in un pericoloso stato di abbandono a differenza dei corpi rustici ancora utilizzati a sostegno della produzione del fondo, è un interessante esempio di dimora rurale ottocentesca a corte chiusa, completamente isolata nella campagna del comune di Azzanello.

Sebbene quanto oggi vediamo non corrisponda pienamente all'impianto originario, come emerge chiaramente dal catasto Lombardo Veneto del 1855-1857 dove il lato Sud risultava chiuso da un corpo di fabbrica dello spessore delle due attuali case per i salariati, così come confermato anche dalle tracce delle demolizioni sulle pareti d'ambito degli stessi volumi (probabilmente rialzati), permane comunque l'importanza di un insediamento a corte chiusa, tipica espressione degli edifici agricoli di questo territorio.

A differenza degli altri insediamenti produttivi del capoluogo, la cascina Bramano si caratterizza in tutte le sue parti, inclusa la casa padronale sebbene ampiamente rimaneggiata, per una architettura simmetrica, semplice e sobria, lontana dai fortunati influssi stilistici di "matrice vogheriana" presenti in maniera diffusa in gran parte del territorio cremonese.

Priva di vincolo, ricade all'interno dei confini del parco dell'Oglio tutelato dalla legge 431/1985 ed è segnalata dal Piano Paesistico Territoriale come architettura rurale storica di "grande interesse".

Torna all'inizio del contenuto

Notizie storiche

Estratto dal catasto 1858-1884La cascina Bramano è solo una delle diverse realizzazioni che un ramo della famiglia Stanga realizzò nel comune di Azzanello a partire dalla seconda metà dell'Ottocento, quando vi si insediò con buona disponibilità di mezzi. La cascina compare, seppur con il nome di Cascina del Bosco, solamente nel catasto Lombardo Veneto del 1855-1857, mentre non è presente nel catasto Teresiano del 1723, ad ulteriore conferma di quanto appena affermato.

Dall'analisi dei succitati catasti emerge altrettanto chiaramente come la costruzione della cascina abbia comportato una ridefinizione delle trame campestri tra il terrazzo morfologico ed il fiume Oglio, secondo una maglia ortogonale.

Tra i principali passaggi di proprietà si ricordano quello del 1920 quando probabilmente il conte milanese Aldo Bonacossa acquistò la cascina Bramano, per poi cederla ad un certo Ventura di Crema (Locatelli 1991).

Torna all'inizio del contenuto

Bibliografia

  • Cristian Prati, Cascina Bramano - complesso, in Lombardia Beni Culturali, (Vai al sito della fonte), 2006.

Pubblicato da Admin
Ultimo aggiornamento: 05/06/2012 10:25:32


Sommario della pagina